Storia e mito si fondono per consegnare al visitatore un luogo unico al modo. Si narra che intorno alla metà del 1600 un gruppo di marinai dei Torre del Greco scamparono miracolosamente ad un naufragio e per ringraziare la Madonna di Piedigrotta a cui erano devoti e di cui avevano un quadro sulla loro imbarcazione, scavarono una grotta nel punto in cui toccarono terra , dedicandola alla loro Salvatrice.
Tra la fine del 1800 ed il 1969 tre generazioni di artisti , Angelo Barone, suo figlio Alfonso e successivamente suo nipote Giorgio, realizzarono ampliarono e ristrutturarono la Chiesa che oggi possiamo ammirare, con statue capitelli e bassorilievi rendendola unica nel suo genere.

Di seguito alcune immagini degli interni della Chiesa.

Altare dedicato alla Madonna di Pompei con il celebrante, Angeli e due Apostoli.

 

S. Antonio da Padova con gli orfanelli.

 

Gesù ed il Miracolo dei pesci.

 

Statue ai lati della scala che conduce all’Altare Maggiore.

 

Vista dall’interno della Chiesa , è consigliabile effettuare la visita nelle ore del tramonto, essendo la Chiesa esposta ad ovest la luce calda penetra nelle profondità delle grotte esaltando la bellezza del luogo.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *