La passione per la fotografia è nata in me fin da ragazzino, tutto merito di mio padre e della sua Ferrania Elioflex2 6×6, una “cosa” che non aveva il mirino come nelle macchinette dei papà dei miei amichetti, ma uno schermo in cui bisognava “guardare dall’alto”, inoltre aveva uno strano rullino stretto e lungo con solo 12 pose e soprattutto aveva ben due occhi !

Come si può ben immaginare l’oggetto in questione era zona off-limit per noi “monelli” e questo , se possibile, ne aumentava la miticità.
Finalmente compiuti gli 11 anni arrivò la prima sospiratissima e desideratissima macchinetta fotografica, una Comet II, stavolta però si potevano usare i rullini 35 mm da 24 pose. In bianconero naturalmente. Mi sentivo importate con la mia Comet II al collo, mi sentivo grande al fianco di mio padre ognuno con la sua penna per scrivere con la luce.

Riccardo Parasassi

…. continua ….

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *