Connessione lenta

Oltre ai fastidiosi popup che improvvisamente interrompono la navigazione e al temuto errore 404 che compare quando la pagina non viene trovata, c’è un altro problema che fa patire titolari di siti e internauti di tutto il mondo:

il caricamento lento di una pagina web.

L’attesa è snervante e non è “è essa stessa il piacere” come recita un famoso spot !
Che sia alla posta, alla cassa del supermercato o durante la navigazione , aspettare (giustamente) proprio non ci va.
Ecco che una manciata di secondi in più basta a cambiare totalmente la nostra esperienza di navigazione.
La pazienza è, e resterà, la virtù degli utenti in fila alla posta (se ancora ci vanno..).

 

Capita spesso di imbattersi in siti internet che sono troppo lenti nel caricamento. Le cause possono essere diverse. Potrebbe dipendere infatti da un errore di server, da un problema sul database o di connettività con l’hosting o banalmente da un problema di connessione con la ADSL o la fibra ottica (per i fortunati).

Ma un sito lento, a sua volta, provoca conseguenze attraverso un effetto domino:

  • peggiora la user experience del sito causando il cosiddetto rimbalzo dell’utente, cioè l’abbandono del sito,
  • peggiora la SEO, cioè l‘indicizzazione nei motori di ricerca del sito,
    mette a rischio il tasso di conversione del sito,
  • riduce il rendimento del sito in termini di business generato,
  • impiego delle risorse aziendali (come consulenti e tecnici) destinate alla risoluzione del problema entro una certa scadenza.

In sostanza, un sito con una velocità di caricamento molto bassa è quasi peggio di un sito non aggiornato.

Specialmente se si tratta di un sito e-commerce.

Un potenziale cliente che si trova sulla pagina d’acquisto non è disposto ad aspettare prima di concludere l’affare.

Questo influisce poi sugli acquisti futuri, perché l’utente potrebbe pensarci due volte prima di ritornare ad acquistare da quel negozio online.

Possiamo aiutarti a risolvere i problemi di lentezza del tuo sito, contattaci !

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *