Articoli

Paestum, nome latinizzato del termine Paistom con il quale venne definita dopo la sua conquista da parte dei Lucani, è un’antica città della Magna Grecia chiamata dai fondatori Poseidonia in onore di Poseidone, ma devotissima a Era e Atena. L’estensione del suo abitato è ancora oggi ben riconoscibile, racchiuso dalle sue mura greche, così come modificate in epoca lucana e poi romana.
Continua a leggere

Favignana, è l’isola maggiore dell’arcipelago delle Egadi. L’isola era conosciuta nell’antichità con vari nomi come Aponiana, Katria, Gilia, Aegusa in latino o Auegusa (dal greco “isola delle capre” per la loro abbondante presenza sull’isola).
Continua a leggere

Dugi Otok (Isola Lunga) è l’isola più grande dell’Arcipelago Zaratino e della Dalmazia Settentrionale, è lunga 45 km e larga da 1 a 4 km. L’isola è poco abitata (3000 residenti concentrati in 12 paesi) ed anche d’estate offre pace e tranquillità.
Continua a leggere

Proseguendo il nostro girovagare per le vie e le piazze della Città Eterna …..
Continua a leggere

Passeggiando nel Centro Storico di Roma di giorno o di notte lo spettacolo non manca.
Continua a leggere

Visitando Torino - Museo Egizio

Il nostro intento non è quello di scrivere una guida della città di Torino, per questo vi rimandiamo alle innumerevoli pubblicazioni esistenti. Vogliamo solo farvi venire voglia di visitare lo splendido Capoluogo Piemontese prendendo a spunto alcuni fra i luoghi più significativi.

Il nostro intento non è quello di scrivere una guida della città di Torino, per questo vi rimandiamo alle innumerevoli pubblicazioni esistenti. Vogliamo solo farvi venire voglia di visitare lo splendido Capoluogo Piemontese prendendo a spunto alcuni fra i luoghi più significativi.
Continua a leggere

Storia e mito si fondono per consegnare al visitatore un luogo unico al modo. Si narra che intorno alla metà del 1600 un gruppo di marinai dei Torre del Greco scamparono miracolosamente ad un naufragio e  Continua a leggere

Strano ma vero a Villa Lante di Bagnaia, nei pressi di Viterbo, la villa propriamente detta non c’è, niente paura al suo posto ci sono due casini, Gambara e Montalto e molto altro che andremo brevemente a descrivere.
Continua a leggere

Per salire a visitare il Piano Nobile di Palazzo Farnese a Caprarola (VT) si usa la Scala Regia un capolavoro del Vignola di forma elicoidale / ellittica composta da trenta colonne doriche di peperino affiancata tra loro a due a due. I Suoi gradini sono così ampi che Alessandro Farnese poteva salirli direttamente a cavallo.
Gli affreschi sono attribuiti ad Antonio Tempesta, mentre è sconosciuto l’autore dell’allegoria della cupola.
Continua a leggere